skip to Main Content

Perché l’SHBG è importante per la salute e la prestazione sportiva

 

Elevazioni laterali di Roberto Eusebio

 

L’ SHBG è una glicoproteina prodotta principalmente nel fegato e più comunemente nel sangue.
Si lega a un qualsiasi dei 17 ormoni sessuali, compreso il testosterone e gli estrogeni, e trasporta queste sostanze chimiche in tutto il corpo.
Il testosterone e gli ormoni sessuali sono indicati come “legati” quando associati a SHBG.
Quando questi ormoni non sono legati a SHBG, vengono definiti “liberi” o “biodisponibili” e possono liberamente esercitare i loro effetti sul corpo.
La somma del testosterone legato e libero è indicata come testosterone totale.
È consolidato che un corretto equilibrio di testosterone e altri ormoni sessuali ha un impatto cruciale sulla salute.
Recenti ricerche hanno svelato che gli squilibri degli ormoni sessuali sono spesso preceduti da anormalità nell’ SHBG.
Alti livelli di ormoni sessuali possono portare a una crescita eccessiva delle cellule che porta alla formazione di alcuni tumori come il cancro al seno nella donna.
Il basso SHBG è anche associato a livelli elevati di trigliceridi e lipoproteine ​​a bassa densità (LDL).
Per questo motivo, bassi livelli di SHBG sono legati a molteplici malattie cardiovascolari in entrambi i sessi, tra cui malattie cardiache, diabete di tipo 2 e ipertensione.
L’ SHBG eccessivamente alto è problematico soprattutto per i maschi e gli atleti perché diminuisce la quantità di testosterone libero.
Alti livelli di SHBG sono associati a infertilità, diminuzione del desiderio sessuale e disfunzione erettile, soprattutto quando i livelli di testosterone totale sono già bassi.
Sia negli uomini che nelle donne, bassi livelli di testosterone libero possono causare una riduzione della crescita muscolare e un recupero post-allenamento molto lento e compromesso. Inoltre, recenti ricerche suggeriscono che alti livelli di SHBG si legano agli estrogeni e riducono la massa ossea sia negli uomini che nelle donne, portando potenzialmente all’osteoporosi. Pertanto, i livelli di SHBG ottimali sono fondamentali per il mantenimento della corretta salute delle ossa e alcuni esperti suggeriscono la misurazione di routine dell’SHBG come un nuovo marcatore utile per prevedere le malattie ossee gravi.

Come facciamo a sapere i nostri livelli di SHGB?

L’unico modo è eseguire un esame del sangue specifico.
Una volta che conosciamo i livelli di SHBG, possiamo apportare le opportune modifiche allo stile di vita per modificarne i livelli e ottimizzare la salute e la performance.
Esaminando alcune ricerche, notiamo come due diete (a basso contenuto calorico e vegetariano) e un regime di esercizio fisico costante influiscono sui livelli di SHBG e testosterone.

Aumentare l’ SHBG e ridurre il testosterone libero

Una dieta a ridotto apporto calorico può aumentare significativamente i livelli di SHBG nelle donne.
In uno studio di controllo randomizzato, i ricercatori hanno valutato l’impatto a lungo termine di una dieta ridotta del 10% in calorie su 12 mesi in due gruppi:
117 donne che affrontavano una dieta a ridotto contenuto calorico senza regime di esercizio.
118 donne che affrontavano una riduzione calorica in combinazione con un regime di esercizio aerobico.
87 donne che non partecipavano né al regime di esercizio né al ridotto contenuto calorico.
Dopo lo studio di 12 mesi, i ricercatori hanno osservato che l’ SHBG sierico era aumentato del 22,4% nel gruppo di intervento dietetico e del 25,8% nella dieta e nell’esercizio fisico in confronto al gruppo di controllo.
Allo stesso modo, gli estrogeni liberi erano diminuiti del 21,4% e del 25,8% rispettivamente per il gruppo di intervento dietetico e il gruppo di intervento dietetico ed esercizio fisico.
Inoltre, il testosterone libero era diminuito rispettivamente del 10,0% e del 15,6% nel gruppo a dieta ipocalorica e nella dieta a ridotto contenuto calorico con attività fisica.

In sintesi, questi risultati suggeriscono che una dieta a ridotto contenuto calorico, specialmente in combinazione con l’esercizio aerobico, è un metodo efficace per aumentare significativamente i livelli di SHBG e diminuire i livelli di ormoni sessuali liberi come il testosterone e l’estradiolo.

Una dieta ipocalorica è un metodo di perdita di peso utile se si sta cercando di aumentare i livelli di SHBG e diminuire i livelli di alcuni ormoni sessuali come il testosterone e gli estrogeni.
Quindi riassumendo, se vogliamo aumentare il testosterone libero e l’estradiolo per motivi legati alle prestazioni atletiche o alla salute, una dieta ipocalorica è una scelta per la perdita di peso sbagliata.

Il sovrallenamento porta a un SHBG alto?

In uno studio finlandese del 2011, i ricercatori hanno valutato l’impatto del sovrallenamento sui livelli di SHBG e del testosterone totale (TT).
Hanno preso in esame:
57 maschi con un’età media di 20 anni e li hanno testati durante 8 settimane di addestramento militare di base al freddo, temperature invernali (-14 gradi).
Il regime fisico iniziato con 2 ore al giorno nella prima settimana e aumentato fino 7 ore al giorno nell’ottava settimana.
Questi soggetti hanno avuto come esperienza di allenamento fisico molto impegnativo, mangiare all’aperto e svolgere esercizi notturni, il tutto svolto in una foresta.
Di conseguenza, si è supposto che questi uomini sperimentassero il sovrallenamento e avrebbero avuto effetti fisiologici come un’improvvisa diminuzione delle prestazioni.
I ricercatori hanno prelevato campioni di sangue dei soggetti dopo 12 ore di digiuno prima delle settimane 1°, 4° e 7°, con un primo campione di sangue prelevato all’inizio del programma che serviva come valutazione iniziale dei livelli basali nel sangue di SHBG e Testosterone.
Gli studi hanno rivelato che il Testosterone Totale era rimasto uguale al basale dopo la 4° e la 7° settimana.
Mentre le concentrazioni di SHBG erano rimaste le stesse dopo la 4°settimana, e sono invece aumentate dopo 7 settimane.
A causa dell’aumento di SHBG e dello stesso livello di Testosterone Totale, i livelli di testosterone libero erano diminuiti, con conseguente minore recupero muscolare e, in definitiva, peggioramenti delle prestazioni fisiche.

Quindi in definitiva il sovrallenamento porta ad aumenti di SHBG che riduce il testosterone libero e facilita i processi che possono portare a un recupero fisico ridotto. Pertanto, è fondamentale sottolineare che le persone che eseguono attività fisicamente impegnative (ad esempio gli atleti) di rispettare i dovuti recuperi in modo da evitare una ridotta liberazione del testosterone.

Vegetariani e SHBG

In uno studio di ricerca del 2009, gli scienziati hanno valutato l’impatto di una dieta proteica a base vegetariana sui livelli sierici di SHBG nelle donne di mezza età.
Hanno reclutato, 21 onnivori di donne e 19 donne vegetariane tenendole in osservazione per un anno.
Le diete delle 19 vegetariane includevano i vegani (che non consumavano prodotti animali), i latto-vegetariani (che consumavano latticini) e i latto-ovo-vegetariani (che consumavano uova e latticini).
I soggetti di entrambi i gruppi si esercitavano per 3 ore a settimana e consumavano quantità simili di proteine ​​per chilogrammo di peso corporeo, sebbene i vegetariani consumassero più proteine ​​a base vegetale e gli onnivori più proteine ​​a base animale.
Ogni tre mesi, i ricercatori hanno valutato i livelli degli ormoni sessuali sierici e degli SHBG nel sangue.
Alla conclusione dello studio, i ricercatori hanno osservato livelli simili di testosterone totale nei vegetariani e negli onnivori.
Al contrario, i vegetariani avevano un livello di SHBG superiore del 50% rispetto agli onnivori.
Ciò suggerisce che una dieta proteica a base vegetariana aumenta l’SHBG senza influenzare il testosterone totale ma diminuendo però il testosterone libero.

 SHBG per ottimizzare la tua salute

La globulina legante gli ormoni sessuali (SHGB) è un biomarcatore che trascurato ha un impatto critico sulla salute e sulle prestazioni atletiche.

 

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi