skip to Main Content

Perché un Personal Trainer ?

Non siamo tutti uguali, ciascuno ha caratteristiche diverse, aspirazioni diverse, fisico di partenza diverso, motivazioni diverse.

Non basta iscriversi in palestra per avere dei risultati

Non basta seguire una dieta, magari copiata dai giornali, per avere risultati

Il Personal Trainer o Preparatore Fisico, prima di tutto effettua un’analisi oggettiva dell’atleta, della sua composizione corporea, del suo stato metabolico, delle sue abitudini alimentari, controlla o fa controllare i parametri ematici, e soprattutto cerca di capire cosa vuole davvero il soggetto.

Poi costruisce il modello di allenamento e consiglia come alimentarsi: è come un sarto che cuce un vestito su misura, sceglie il taglio, la stoffa, il modello, ti insegna come indossarlo.

Ciascuno ha bisogno di avere un programma altamente personalizzato, ha bisogno di essere seguito in ogni movimento per correggere l’esecuzione degli esercizi, la postura e quindi non vanificare le ore di workout.

Il Personal Trainer e’ un Coach (trascinatore), a disposizione anche qualora ve ne fosse necessita’, tramite sms o quant’ altro.

I risultati non si ottengono durante l’allenamento, ma con la quotidianita’ delle sane abitudini.

Spesso gli istruttori o assistenti di sala, hanno più clienti da seguire contemporaneamente, senza conoscere nel dettaglio le esigenze, le peculiarità o le difficoltà di ciascuno, e anche se sono preparati e disponibili, hanno le mani legate, per mancanza di tempo non possono affiancare costantemente e in esclusiva un atleta durante tutto l’allenamento.

Inoltre il personal trainer si dedica anche della gestione emotiva del proprio atleta: tiene vive le motivazioni, mantiene alta la voglia di raggiungere un obiettivo, monitora periodicamente i risultati, gratifica e provoca, diventa quindi anche un allenatore “mentale”

Il corpo sta nella mente e la mente sta nel corpo, parti inscindibili, che si influenzano vicendevolmente.

Il personal trainer, sa fino a che punto può spingersi con un atleta, perché conosce l’emotività del soggetto.
E’ inutile applicare programmi allucinanti se il soggetto non e’ pronto ad affrontarli, soprattutto mentalmente.

E’ proprio la mente che crea limitazioni.

Il Personal Trainer crea una situazione di equilibrio tra allenamento, alimentazione, riposo; tra testa e fisico; tra aspirazioni e risultati, facendo arrivare il soggetto a quello che desiderava senza stress ulteriori.

Quante volte ci si vorrebbe allenare sempre, aumentare le ripetizioni, caricare eccessivamente per poter avere più velocemente risultati; oppure alternare periodi di digiuno e diete restringenti e magari di breve durata per accelerare la perdita di peso – che tra l’altro non è necessariamente dimagrimento – quante volte si vorrebbe raggiungere un fisico definito, muscoli scolpiti il tutto nel più breve tempo possibile, a basso costo e senza troppi sacrifici.

Ma il personal trainer non ha la bacchetta magica, è necessario che l’atleta ci metta impegno, fatica, sacrificio, costanza, allenamento, ma se si affida ad un esperto i risultati non tardano ad arrivare e sono duraturi.

Il servizio personalizzato e quindi come tutte le lezioni individuali ha un costo, come per imparare a sciare, a giocare a tennis, andare dall’estetista, o fare un massaggio.

Imparare a conoscersi credo che non abbia un unita’ di misura, perche’ e’ il valore piu’ grande che possediamo siamo noi.

“NULLA CI APPARTIENE SOLO NOI STESSI”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi