P.S.

Le informazioni di questo articolo sono condivise solo a scopo didattico informativo.
È necessario consultare il proprio medico e di non agire su qualsiasi contenuto di questo articolo

Donne e steroidi

 

donna muscolosa e steroidi anabolizzanti

donna muscolosa e steroidi anabolizzanti

 

Gli steroidi androgeni anabolizzanti (AAS) sono derivati ​​sintetici del testosterone, un ormone sessuale maschile presente in natura.

Non solo possiedono un componente anabolico (costruzione di muscoli e forza), ma anche un elemento androgeno (che influenza le caratteristiche sessuali).

Per dirla senza mezzi termini, gli steroidi sono usati per rendere gli uomini, più virili.
Tuttavia, l’uso di AAS può anche fornire significativi benefici muscolari ed estetici per le donne.
Questo articolo esplorerà alcuni dei motivi per cui l’AAS interessano le donne, nonché l’efficacia nell’uso femminile; benefici ed effetti collaterali correlati;

Gli ormoni, indipendentemente dal tipo, sono messaggeri chimici che forniscono segnali molto specifici per determinare l’attività. Questi segnali costanti sono precisamente decodificati da varie cellule recettoriali in tutto il corpo. Finché determinate variabili sono correttamente allineate, la corretta somministrazione di steroidi anabolizzanti provoca efficacemente una risposta di costruzione muscolare.
E qui sta la vera domanda, quali sono queste variabili e come si fa ad allinearle correttamente ?.

Steroidi e donne

 

Per molte persone è una frase dal suono strano;
dopo tutto, quando si pensa agli steroidi anabolizzanti di solito si pensa a uomini muscolosi e massicci.
La maggior parte delle persone non ha idea di quanto sia veramente importante la relazione tra steroidi e donne, ma assicuro che è enormemente importante.
È vero, molti più uomini integrano con steroidi anabolizzanti rispetto alle donne  ma possono facilmente farlo anche loro, e i numeri delle utilizzatrici superano l’immaginazione della maggior parte delle persone.
Questo perchè, l’età contemporanea, con i media ed in particolare i social, con immagini di corpi che vanno ben oltre quella che è la caratteristica estetica dell’essere umano nella media, ha fatto mutare la caratteristica che distingue l’uomo dalla donna, la percentuale di grasso e la quantità di muscoli.
La donna per antonomasia ha percentuali di grasso più alte dell’uomo e muscoli nettamente inferiori rispetto ad esso.
Oggi avere percentuali di grasso basse con deltoidi, addominali, glutei ecc…,  scolpiti è l’esigenza di moltissime donne.

Gli steroidi anabolizzanti possono essere molto più dannosi per le donne per un motivo specifico;
potrebbero distruggere, modificare la loro femminilità rendendo irreversibile tale processo.
Mentre è vero, che gli steroidi anabolizzanti e le donne possono coesistere se l’obiettivo è quello sopra citato,
occorre tuttavia prestare attenzione, e stavo parlando ovviamente di un uso responsabile ricordando sempre e comunque che ne sconsiglio l’utilizzo.

Le donne hanno meno varietà di steroidi anabolizzanti a disposizione rispetto l’uomo, con le quali possono integrare e inoltre, devono implementarli con dosi estremamente basse.

Virilizzazione

Quando si tratta di steroidi e donne, c’è una paura universale;
la trasformazione in caratteristiche maschili.
Come sapete, gli steroidi androgeni anabolizzanti derivano dal testosterone primario dell’ormone sessuale maschile e, in quanto tale, la donna se non sta attenta, può facilmente mostrare tratti caratteristici del maschio.

Molti steroidi anabolizzanti causano ciò che è noto come virilizzazione, in particolare, i cambiamenti che si verificano a causa dell’alta presenza di androgeni nel corpo.
Gli androgeni sono ormoni che tutti noi produciamo, sia uomini che donne, e essenzialmente così con Testosterone e Diidrotestosterone come primari.
Certamente, gli uomini ne producono una quantità dieci volte superiore a quella delle donne e quando la produzione di androgeni supera la quantità necessaria per una femmina, si possono manifestare tratti maschili.

Gli effetti collaterali più comuni degli steroidi anabolizzanti includono:

 

Approfondimento degli accordi vocali
atrofia del tessuto mammario (restringimento)
aumento dei peli del corpo, inclusa la crescita dei peli del viso scuri
ittero (sfumatura gialla per occhi e pelle)
Valori epatici superiori ai limiti superiori della normalità
pelle grassa (acne, ingrossamento dei pori del viso)
allargamento del clitoride
ingrossamento del cuore
maggiore aggressività
depressione e svogliatezza
perdita di appetito
sentimenti di ansia
ritmi cardiaci anormali
indebolimento specifico dei tendini e dei legamenti
diminuzione dell’attività degli estrogeni e del progesterone
irregolarità mestruali (es. giorni incoerenti, pesantezza variabile, spotting periodico, ecc.)

 

L’utilizzo degli steroidi anabolizzanti nella donna ha sempre le casuali di ricerca dei benefici che riguardano anche l’uomo:

 

aumento della massa muscolare magra
maggiore forza
ridotto grasso corporeo
miglioramento delle prestazioni atletiche
senso di euforia e benessere
maggiore autostima
maggiori livelli di energia
meno vulnerabilità
maggiore attrattiva o intimidazione sessuale (a seconda degli obiettivi)
maggiore eccitazione sessuale
migliore utilizzo dell’ossigeno per una maggiore resistenza e un recupero più rapido
aumento della sintesi proteica e riduzione dell’escrezione di azoto

 

Comunque è sempre una buona prassi per chi decidesse di utilizzare tali prodotti di farsi seguire da un medico che è informato e consapevole dell’uso degli steroidi poichè possono fornire preziose garanzie, inclusi test appropriati.

E’ ovvio che difficilmente un medico se non si tratta di cura terapeutica sottopone la donna o l’uomo all’utilizzo di steroidi anabolizzanti.

Quindi purtroppo nella grande maggioranza dei casi vige il fai da te o l’atleta agonista che si improvvisa medico endocrinologo.

Oltre a sconsigliarne l’uso per non comprometterne la salute e poichè ritenuto doping, quindi illegale e penalmente perseguibile, consiglio tuttavia per i “più convinti” che sia necessario eseguire gli esami di base prima di iniziare qualsiasi ciclo AAS.
Questi test serviranno al duplice scopo di controllare la salute e contrassegnare i punti desiderati per tornare alla normalità dopo l’interruzione dell’assunzione di steroidi.

I laboratori possono includere una varietà di misure, ma assicurarsi di includere anche il profilo epatico e renale, lo schermo lipidico, i livelli e il rapporto di T3, T4, estrogeni e testosterone, nonché le letture della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna al basale, ecc.

P.S.

Le informazioni di questo articolo sono condivise solo a scopo didattico informativo.
È necessario consultare il proprio medico e di non agire su qualsiasi contenuto di questo articolo