skip to Main Content

Silvano

 

Ciao Roberto un consiglio , ultimamente il nervoso, lo stress, ecc….. mi fa ingrassare solo respirando .. sarà l’età, sarà cambiato qualcosa nei miei ormoni ….un esame del sangue specifico ?…..come posso risolvere questo problema ???Ti ringrazio anticipatamente…ciao

Roberto Eusebio, Absolute National Champion, Professional

 

Ciao Silvano,

vorrei sapere di più riguardo il tuo stile di vita, la tua struttura morfologica-funzionale, in modo da esprimere e dirti con piu’ precisione quale sia il tuo problema.

Tutti gli organismi viventi rispondono all’azione destabilizzante dei piu’ diversi stimoli ambientali con lo scopo principale di mantenere l’equilibrio biologico necessario alla sopravvivenza, cercando cosi di garantire la continuita’ della vita dell’uomo ed in particolare, di salvaguardare la propria identita’ psico-fisica.

Mantenendo in uno stato di benessere la salute mentale, l’individuo cosciente delle proprie capacita’, riesce ad affrontare il normale stress della vita quotidiana.

La mente e’ il motore principale il più importante che coordina e determina anche uno stato fisico.

Non a caso si parla di equilibrio tracorpo e mente.

Gli esami del sangue andrebbero fatti almeno una volta all’anno, se vuoi aggiungere i dosaggi ormonali, fallo pure, se non altro potrai capire che probabilmente cio’ che descrivi deriva da un altro tipo di problema.

Lo stress …, un alto livello di stress, sia fisico che mentale, porta inevitabilmente ripercussioni sul fisico con le caratteristiche che mi hai descritto.

Si ha un’eccessiva produzione di cortisolo un ormone antagonista al testosterone.

L’ ipercortisolemiapuo’ portare all’aumento del grasso corporeo, perdita di massa muscolare con conseguente abbassamento del metabolismo, ipertensione, fragilita’ capillare, osteoporosi, immunodepressione ecc.., insomma una catastrofe per chi vuole allenarsi e rimanere in forma, anzi l’allenamento spesso in questo caso specifico diventa uno stress ulteriore perche’ la risposta del fisico non e’ quella che ci aspettiamo.

In una situazione normale sottolineiamo che l’allenamento isotonico non deve superare i 50/60 minuti per non creare eccessiva produzione di cortisolo, in una situazione invece con ipercortisolemia, cometu hai descritto questo tempo allenante va notevolmente ridotto.

E’ palese che per ovviare a questo tipo di stato dovremmo eliminare tutti i fattori negativi che influenzano il nostro stato d’animo e magari partire per una meravigliosa vacanza ai Caraibi !!

Ma purtroppo a volte non e’ possibile !!

Bisogna imparare ad accettare questo periodo negativo della vita, anzi estrapolare le sensazioni, percepirle, per poterle utilizzare come esperienza nel nostro bagaglio di vita.

Esistono tuttavia integratori che aiutano a limitare la produzione di cortisolo, integratori con base di fosfatildilserina, acetil L-carnitina ecc..
Esistono anche dei farmaci.

Ma non credo sia la soluzione migliore, poiche’ non viene eliminata la causa che determina questo eccessivo stress.

La produzione di cortisolo va interpretata come una difesa dell’organismo, per un qualche cosa che non va’, che sia mentale o fisica, la cura migliore sarebbe quella di venire a capo al problema eliminando la causa dell’eccessivo stress.

Costrizioni ulteriori date da una dieta estremamente rigida o allenamenti estenuanti non farebbero altro che gravare sul problema.
Uno studio eseguito sul tuo stile di vita, sulla tua alimentazione, allenamento, lo stato attuale della composizione corporea con relative anamnesi specifiche, potrebbero aiutarci a capire come attenuare questo stato e migliorare uno stato di forma fisica che gioverebbe sicuramente anche alla mente.

A presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi