skip to Main Content

Marco,

Ciao roberto chiedo a te perche per ora nessun personal trainer e’ riuscito a darmi una risposta.
Secondo te quale dovrebbe essere la velocita di una ripetizione per quando si fa massa e forza alcuni dicono 3 0 2 altri 5 2 3 cioe 3 secondi nella fase di spinta 0 secondi di riposo 2 secondi nella fase di discesa tipo nella panca piana grazie .

Roberto Eusebio, Absolute National champion of Bodyfitness, Professional

Ciao Marco,

Premetto che quello che caratterizza un programma dedicato all’ipertrofia e’ prevalentemente concentrato sul programma alimentare .

Premesso questo, la differenza tra un periodo di massa o ipertrofia e di definizione nel soggetto NATURAL e’ da attribuirsi quasi esclusivamentealla diversita’ di impostazione del programma alimentare.

L’allenamento in entrambi i periodi deve avere tre qualita’ indispensabili, per creare ipertrofia, ma anche per mantenere un mantello muscolare durante il periodo di definizione.

Forte mio tensione, produzione di acido lattico, pompaggio.

Queste qualita’ si traducono con serie e ripetizioni differenti a seconda dello stimolo allenante che vuoi dare in quel micro ciclo.

Molto importante resta la capacita’ di reclutare piu’ fibre possibili durante la gestualita’ atletica.

Arriviamo al punto.

Ti hanno insegnato a respirare durante l’esecuzione degli esercizi.

Espirare quando fai lo sforzo, fase concentrica o positiva, per non creare pressioni interne ed endo-addominali che possano provocare danni al corpo, ed inspirare mentre eseguo la fase negativa dell’esercizio.

Questa e’ la risposta.

Andare sincrono con la respirazione, piu’ alto e’ il carico, piu’ inevitabilmente e per ovvi motivi respirerai piu’ velocemente, ti accorgerai quindi che l’esecuzione sara’ piu’ veloce ed esplosiva.

Carico piu’ leggero con controllo respirazione piu’ lenta, fino perlomeno un certo numero di ripetizioni.

La credenza che si sviluppi piu’ potenza aumentando la velocita’ di esecuzione nella fase concentrica, puo’ aver valenza per altre discipline non per la cultura fisica.

Al culturista interessa congestionare al massimo la sua muscolatura, non semplicemente sollevare un carico.

Se eseguo un esercizio con controllo senza esplosivita’, con lo stesso carico, il lavoro e’ decisamente piu’ elevato che nel caso della ripetizione esplosiva.

Ascolta il corpo e il tuo respiro, la velocita’ di esecuzione vien da se’ !!

Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi