skip to Main Content

Luca

 

Ciao Roberto

complimenti x i tuoi tanti consigli che dai nel tuo sito, volevo chiederti un consiglio sono un ectomorfo mi alleno da circa 10 anni con una buona muscolatura superiore ma sono anni che miglioro solo la parte superiore mentre le gambe sono magre e non vogliono x niente crescere si nota abbastanza la differenza con la parte superiore ma io le ho sempre allenate come gli altri gruppi, ho iniziato da un mese i tuoi microcicli variabili molto interessanti, se puoi dammi un consiglio in merito, grazie Luca.

Roberto Eusebio, Absolute National Champion, Professional

Ciao Luca,

La caratteristica dell’ ectomorfo e’ quella di avere un metabolismo iperossidativo, brucia molte calorie ed in fretta .

L’alimentazione in questo caso e’ determinante per il raggiungimento degli obiettivi .

L’alimentazione e’ importante per tutti i tre normotipi e accomuna piccole regole da rispettare di fondamentale importanza.

Avendo un metabolismo velocissimo l’ectomorfo sceglierà cibi a lenta combustione, a indice glicemico basso, quindi priorita’ ai grassi e riduzione ai carbo.

La pecuniarita’ dei grassi (essenziali) e’ quella di avere un indice glicemico davvero molto basso, piu’ basso degli altri macronutrienti, nel contempo questo rilascio graduale di fonte combustibile garantisce, soprattutto all’ectomorfo energia costante durante la giornata, mantenendo il muscolo pieno …

L’apporto proteico intorno ai 2,5 gr per kilo, da frazionare il piu’ possibile durante la giornata.

L’ectomorfo puo’ permettersi un introito calorico superiore rispetto agli altri normotipi, ma non e’ necessario esagerare con le calorie, quanto invece importante e determinante uno schema alimentare corretto.

Riguardo l’allenamento, la regola breve e intenso, non da mai controindicazioni soprattutto per questo normotipo.

L’allenamento delle gambe spesso non viene apprezzato e non viene eseguito con la stessa dedizione e lo stesso stimolo percettivo che riserviamo ad esempio ai pettorali, soprattutto durante i primi anni di allenamento.

Ci accorgiamo dopo diversi anni di allenamento quanto ci gratifica un buon allenamento delle gambe, questo e’ dovuto ad una maturazione del sistema nervoso di percezione allo stimolo allenante, che il neofita culturista non ha come nella parte alta del corpo e trascura anno dopo anno una maturazione inferiore di tutto questo alle gambe.

Non e’ una regola fissa, ma la maggior parte dei giovani che alleno non adora fare gambe !!

Questo e’ un grosso errore, metabolico ed endocrino.

Non mi sto riferendo a te in specifico, poiché potrebbero esserci altre motivazioni del perche’ tu abbia le gambe meno sviluppate rispetto la parte alta del corpo.

La genetica e’ un attenuante significativa.

Potresti essere dotato di poca fibra muscolare, riguardo le gambe.

In tal caso la regola rimane la stessa, la dedizione che devi avere nei confronti delle gambe deve essere superiore alle altre parti del corpo.

Ti allego link di un argomento simile trattato in precedenza:

Gambe piccole soggetto androide

Nell’allenamento intervalla i micro cicli, n.1(2sett.) – n.4(1sett.)(per migliorare le capacita’ di contenere glicogeno da parte del muscolo) – n.8 (1sett.) e ripeti il mesociclo, fammi sapere.

Evita stripping, set giganti.

Se avessi la possibilita’ di studiarti nel dettaglio sarei piu’ preciso, ma spero di esserti stato d’aiuto lo stesso.

Buon allenamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi