skip to Main Content

Info sui Microcicli variabili del metodo Eusebio

ForumInfo sui Microcicli variabili del metodo Eusebio
Asso ha scritto 1 mese fa

Salve Eusebio,
vorrei iniziare a seguire il tuo piano di allenamento. Dopo anni di palestra con scarsi risultati (me ne assumo la responsabilità) ho deciso di fare una dieta più sana ed equilibrata ed iscrivermi nuovamente in palestra. Conosco abbastanza bene la tecnica per fare gli esercizi in modo corretto, e non vorrei più farmi affiancare dai vari coach, che mi hanno riempito di schede 3×10, 4×8, piramidale ecc.
Vorrei dunque seguire il tuo piano di allenamenti a lungo termine. Ma ho delle domande:

  1. Sulla base di cosa decido se far durare 1 o più settimane un determinato microciclo?
  2. Che differenze comporta un programma su 3, rispetto ad uno su 4 sedute di allenamento? è solo una questione di tempo a disposizione?
  3. Come posso integrare un paio di sedute di running a settimana? Si può fare seguendo un piano di allenamento su 4 sedute a settimana? O diventa troppo?
  4. Prima di iniziare i mesocicli, mi consigli un mesetto di total body per riprendere tono? Comunque, faccio sempre un corposo riscaldamento (2km di camminata, bastone, riscaldamento articolare e la prima ripetizione di ogni esercizio “scarica”.)

Sono un ragazzo di 33 anni, sano, con un pò troppo adipe. Non risulto grasso ma è chiaramente troppo.
Ti ringrazio per il tuo tempo e per aver condiviso questo portale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Risposte
Roberto Eusebio Staff ha risposto 1 mese fa

Ciao Asso,
intanto ricordo che eseguire l’esercizio in modo corretto non è sufficiente, bisogna che tu sia in grado di reclutare più fibre muscolari possibili ed imparare a mandare lo stimolo al muscolo che ti interessa congestionandolo in base alla gestualità atletica che stai eseguendo.
Premesso questo rispondo alle tue domande.

  1. Sulla base di cosa decido se far durare 1 o più settimane un determinato microciclo? 

Il microciclo lo puoi eseguire da una a sei settimane a seconda di che cosa vuoi allenare.
Ti ricordo che ad ogni microciclo va abbinata l’alimentazione che ne determina l’efficacia, come scritto nell’ esempio al seguente link:
Che allenamento fare?

  1. Che differenze comporta un programma su 3, rispetto ad uno su 4 sedute di allenamento? è solo una questione di tempo a disposizione?

Non è una questione di tempo che dedichi all’allenamento, ma una questione di recupero che è prettamente soggettiva, legata dai valori ormonali e metabolici di ogni soggetto.
Ci sono atleti natural che reagiscono meglio a fare tre gruppi muscolari per seduta di allenamento e un giorno in più di riposo settimanale ed altri atleti che reagiscono meglio ad effettuare una seduta di allenamento più breve con soli due gruppi  muscolari anche dedicando un giorno in più di allenamento nella seduta settimanale di allenamento.
Tutto ciò riassumerei che dipende da quanto testosterone un soggetto riesce a liberare, ma è un affermazione molto riduttiva.
Ricordo che l’allenamento è visto per il corpo come una fonte di stress e per tale motivo si innalzano inevitabilmente i valori di cortisolo che sappiamo bene essere ormone antagonista del testosterone.
Quindi vi sono soggetti che hanno un recupero da tale stress molto più veloce ed altri meno, va da se che il nostro obiettivo sarebbe tenere sempre i valori ormonali elevati, da qui si espone la tecnica ad alta intensità con recuperi di diversi giorni tra un allenamento e l’altro.
Stiamo ovviamente parlando di soggetti che sono bravi a congestionare i muscoli, per i neofiti il discorso cambia, potranno andare sicuramente una volta in più in palestra, effettuando un allenamento in multy frequenza, la loro disgregazione muscolare è minore rispetto l’atleta avanzato.

  1. Come posso integrare un paio di sedute di running a settimana? Si può fare seguendo un piano di allenamento su 4 sedute a settimana? O diventa troppo?

Nel natural direi che il recupero è più importante dell’allenamento, tuttavia personalmente farei eseguire dell’attività cardiovascolare subito dopo il workout con i pesi piuttosto che andare ulteriori giorni comunque sia a stressare il corpo, anche se trattasi di attività aerobica o cardiovascolare, anche perchè subito dopo il W.O. con i pesi bastano 20/25 min. di attività aerobica, se la eseguo giorni separati  dovrei effettuare almeno 40/50 min di attività cardiovascolare per averne beneficio allenante che essa apporta, con muscoli che si stanno riempiendo di glicoceno depletato il giorno prima, quindi con muscoli in recupero.
Anche quì è comunque tutto discutibile e sopratutto soggettivo.

  1. Prima di iniziare i mesocicli, mi consigli un mesetto di total body per riprendere tono? Comunque, faccio sempre un corposo riscaldamento (2km di camminata, bastone, riscaldamento articolare e la prima ripetizione di ogni esercizio “scarica”.)

Bisogna sempre rispettare il corpo ed il fatto che i questo momento tu non sia allenato, determina che lo stimolo sia graduale, fino ad arrivare nel tempo a effettuare il massimo stimolo, quindi corretto partire con gradualità.
Spero di esserti stato utile se vuoi approfondire altri quesiti non esitare a scrivermi.
A presto

Asso ha risposto 1 mese fa

Intanto ti ringrazio. Sei davvero un grande. Oltre ad essere un campione, sei anche disposto ad impiegare il tuo tempo per neofiti come me. Te lo dico sinceramente, è una cosa rarissima, perché persino pagando difficilmente quelli “bravi” condividono informazioni in modo così trasparente ed efficace. Dunque, ho capito il senso di tutte le tue risposte ma mi manca un tassello: l’aspetto della dieta.
Ora mi studierò i tuoi articoli riguardo l’alimentazione (intanto che faccio un allenamento di recupero muscolare, prima di iniziare i microcicli) ma vorrei farti una domanda: qual è la logica che devo seguire per tarare l’alimentazione durante i diversi microcicli?
Penso di essere mesomorfo, non bevo alcol, non mangio zuccheri raffinati, non fumo. Seguo un’alimentazione bilanciata, fatta di pochi carboidrati (esclusa la colazione abbondante) verdure, proteine vegetali e animali e frutta. Potrebbe esser utile sapere per ogni microciclo su cosa investire un pò di più in termini di alimentazione. La dieta me l’ha fatta una professionista, ma non sono preparati a “sartorializzazioni” (permettimi il termine) così raffinate, basate su allenamenti che possono variare nel giro di due settimane. Ho letto il link che mi hai postato, ma si riferisce solo ad un paio di microcicli. Sono aperto all’uso moderato di integratori, seguendo le linee guida dei produttori, ma vorrei capire in quali fasi vanno integrati all’interno del piano di allenamento.
Grazie tante, e scusami se posso aver fatto delle domande banali! Sto ancora cercando di orientarmi all’interno di questo nuovo approccio all’allenamento ed al benessere.
Buona giornata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Roberto Eusebio Staff ha risposto 1 mese fa

Ciao Asso,
Non posso entrare nello specifico del singolo caso, non ho i dati necessari per poterlo fare e lo ritengo deontologicamente poco professionale, ritengo quindi opportuno rimanere su consigli generici, in modo che chiunque ne possa beneficiare. in termini di conoscenza da poter elaborare sulla propria persona.
Nelle varie sezioni del sito vi sono tuttavia approfondimenti su ogni argomento che riguarda cio’ che mi hai chiesto.
A presto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

La tua risposta

4 + 19 =

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi