skip to Main Content

 

Esecuzione delle trazioni alla sbarra per i dorsali

 

  1. Impugnare la sbarra con le palme rivolte anteriormente (presa prona). L’impugnatura dovrà essere poco più larga rispetto alle spalle.
  1. Espirando, con una trazione portare in alto il corpo raggiungendo con la sbarra la la parte alta del petto (sotto le clavicole).

 

Trazioni alla sbarra a presa prona davanti: Esecuzione

La posizione di partenza vede l’atleta appeso alla sbarra con le mani che impugnano quest’ultima ad una distanza superiore a quella tra le spalle. Le spalle sono abdotte sul piano longitudinale e flesse sul piano trasversale, mentre i gomiti sono estesi. Le scapole, ruotate verso l’alto, possono essere in elevazione o in depressione; in quest’ultimo caso non c’è l’azione 6. Il busto è leggermente inclinato indietro in modo che durante la trazione le sbarra non batta contro la testa. Mantenere questa posizione per tutto l’esercizio richiede notevole forza e coordinazione. L’esecuzione consiste nel tirare il corpo verso la sbarra fino a toccarla con la parte superiore del petto senza modificare l’inclinazione iniziale del corpo. Questa variante è mirata allo sviluppo dei fasci superiori del grande dorsale e ai fasci centrali ed inferiori del trapezio, mentre nella flessione del gomito il carico verte maggiormente su brachioradiale e brachiale. Il coinvolgimento del grande pettorale è maggiore rispetto alla variante a presa supina o neutra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi