fbpx skip to Main Content

cardio fitness eusebio roberto
il riscaldamento generale con le macchine aerobiche

Il riscaldamento in palestra è sempre stato sottovalutato o ritenuto per la maggior parte dei frequentatori di palestra una perdita di tempo.

In questo articolo voglio invece far capire che il riscaldamento iniziale, che si traduce, come l’approccio con il quale iniziamo ad affrontare il workout sia questo le fondamenta per rendere efficace l’allenamento.

Il riscaldamento ha molteplici benefici, ma la prima suddivisione la voglio esporre distinguendone due in particolare:

beneficio mentale

beneficio fisico

Riscaldamento per il beneficio mentale

La fase di riscaldamento iniziale ha un ottimo beneficio a livello mentale. Un esempio che mi viene in mente è, quante persone arrivano stanche in palestra, dopo un giornata passata in ufficio, quindi una stanchezza prevalentemente mentale, che svanisce immediatamente appena iniziamo l’attività fisica.

Quindi perchè non riscaldarci, senza stancarci, cominciando a liberare endorfine, come la dopamina, che ci aiuteranno ad affrontare l’intensità e il cuore del workout, condizione e beneficio mentale del riscaldamento.

Il beneficio del riscaldamento fisico, che si ripercuote ovviamente anche a livello mentale, ha più ragioni, per giustificarne lo svolgimento.

Il Riscaldamento fisico, è suddiviso in riscaldamento generale e riscaldamento specifico.

Il riscaldamento generale, viene effettuato solitamente su macchine di tipo aerobico, dove possiamo gradualmente modulare l’attività e dove iniziamo ad innalzare gradualmente la temperatura del corpo, nonchè la frequenza cardiaca, dando maggior ossigenazione ai tessuti muscolari in generale.

Ovviamente se eseguo 5/10 min. di cyclette o tapiroulant, o elittica o altro, non posso pretendere o pensare di sdraiarmi su una panca piana ed effettuare immediatamente dei massimali di bench press (distensioni su panca piana).

Infatti si effettuerà prima il così detto riscaldamento specifico, vale a dire che effettuo dei movimenti lenti e controllati, e non veloci, per cominciare a richiamare sangue, quindi ossigeno, nonchè glicogeno, eseguendo il primo esercizio in tabella di allenamento, in questo esempio il bench press, le distensioni su panca piana.

Il segreto di un buon riscaldamento è quello di non stancarsi, ma di sentire il muscolo pieno irrorato di sangue e di glicogeno.

La contrattilità e la percezione muscolare che si ha in questo caso è davvero molto importante ed amplificata enormemente, al fine di poter essere in grado in questo modo di reclutare tutte le fibre muscolari interessate, in parole povere si ha un miglioramento della capacità e velocità degli impulsi nervosi, questo il professionista lo sa bene, il neofita invece preferisce dopo una o due serie cominciare l’allenamento , in modo da sollevare più carico aumentando chiaramente il rischio a traumi muscolo-tendineo-articolari.

Lui crede questo, in realtà non ha ben ancora recepito l’importanza del reclutamento di tutte le fibre da allenare.

Quanti di noi hanno provato ad avere indolenzimenti ad un’ articolazione, che scaldandola svaniscono?

Questo perchè nel riscaldamento specifico, quando muoviamo un’articolazione, anche in scarico, viene prodotto del liquido lubrificante a livello articolare definito liquido sinoviale.

Questo processo quindi è molto importante anche a livello meccanico.

Riassumendo, il riscaldamento è importantissimo per affrontare un buon workout, questo non serve per stancarci, ma per darci la possibilità di dare il massimo in allenamento.

Riassunto dei benefici del riscaldamento:

  • produzione di endorfine per il miglioramento della performance mentale
  • aumenta la circolazione sanguigna
  • maggiore velocità degli impulsi nervosi
  • maggiore ossigenazione
  • miglior rimozione di scarti metabolici
  • un maggiore cessione di ossigeno sia da parte dell’emoglobina che della mioglobina e allo stesso tempo abbassa la soglia di attivazione del metabolismo cellulare e diminuisce la viscosità muscolare.
  • produzione di liquido sinoviale a livello articolare

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi