skip to Main Content

 

 

L’acido lipoico (α-lipoico) denominato (ALA), viene prodotto naturalmente dal nostro organismo in piccolissime quantità ed è presente in tutte le cellule dell’organismo.

L’acido lipoico (α-lipoico), lo possiamo trovare in piccole quantità in alcuni alimenti, come carni rosse, frattaglie (fegato, cuore, reni),  in alcune verdure come patate, broccoli e spinaci e nel lievito di birra.

La funzione dell’acido α-lipoico (ALA) è quella principalmente di antiossidante, cioè di potenziare il corpo contro i radicali liberi e proprio perché la produzione del corpo di acido α-lipoico (ALA) non è sufficiente a soddisfare il fabbisogno di difesa, (dovuto anche in parte dall’aumento dell’inquinamento ambientale e dall’introduzione involontaria, contenuta nei cibi, di metalli pesanti come piombo, mercurio e rame), sarebbe meglio integrarlo.

L’acido alfa-lipoico (ALA) è un composto disolfuro prodotto in piccole quantità nelle cellule e funziona naturalmente come coenzima nei complessi enzimi mitocondriali della piruvato deidrogenasi e alfa-cheto-glutarato deidrogenasi e più nello specifico il suo costituente è un cofattore enzimatico impegnato nel ciclo di Krebs, un particolare processo attraverso il quale la cellula si approvvigiona dell’energia necessaria per il compimento di tutte le sue attività metaboliche.

L’acido alfa-lipoico (ALA) è un antiossidante multifunzionale;

  • Agisce come un potente antiossidante sia all’interno che all’esterno delle cellule, trattiene diverse specie reattive dell’ossigeno.
  • Aiuta a rigenerare sia i grassi che le vitamine antiossidanti idrosolubili (come le vitamine C, E, coenzima Q10, e il Glutatione o GSH, un tripeptide naturale, cioè una sostanza costituita da tre amminoacidi, nell’ordine acido glutammico, cisteina e glicina.
  • Chela i metalli pesanti come mercurio, piombo e rame, rendendoli inattivi.
  • Migliora il metabolismo degli zuccheri e dei grassi, aiutando ad utilizzare i carboidrati a scopo energetico limitandone l’introduzione nei tessuti adiposi, diminuendo nel ciclo ematico gli zuccheri aumentando così l’energia.
  • Nelle persone sane e in sovrappeso/obese con una dieta ipocalorica, l’integrazione con acido lipoico migliora la perdita di peso.
  • E’ un cofattore essenziale per gli enzimi respiratori mitocondriali ne migliora la funzione mitocondriale.
  • Esercita un effetto “ringiovanente” sui mitocondri proteggendoli dai più alti livelli di radicali liberi che si producono durante il processo di invecchiamento.
  • Ha anche un’azione antinfiammatoria, indipendentemente dalla sua attività antiossidante
  • Ha un azione Anti-Aging sulla pelle

In Europa, l’acido alfa-lipoico è autorizzato per il trattamento della neuropatia diabetica.

È stato dimostrato che aumenta la sensibilità all’insulina, migliora la microcircolazione degli arti e riduce i sintomi neuropatici

l’acido lipoico prodotto nel corpo diminuisce con l’età e con l’inquinamento, il che potrebbe aumentare il danno indotto dai radicali liberi.

L’integrazione con acido lipoico in modelli animali è stato riscontrato che può prolungare la vita, ha effetti neuroprotettivi e effetti positivi contro il cancro.

Il problema è capire se introdotto sotto forma di integratore e con quale dosaggio l’acido alfa-lipoico funzioni davvero.

Vi sono pareri discordanti, poiché i maggiori studi sono stati effettuati su cavie animali e non su esseri umani

Tuttavia l’acido lipoico è stato utilizzato in Germania per oltre 30 anni contro il trattamento della neuropatia indotta dal diabete, in pazienti con diabete di tipo 2.

Studi recenti hanno riportato che l’infusione endovenosa di acido alfa-lipoico aumenta lo smaltimento del glucosio mediato da insulina, mentre purtroppo la somministrazione orale di acido-alfa-lipoico ha solo effetti marginali.

Se le limitazioni della terapia orale saranno superate, l’acido lipoico potrebbe emergere come agente antidiabetico aggiuntivo sicuro ed efficace con attività sensibilizzante dell’insulina.

Il problema di capire se l’acido-alfa-lipoico sia in grado di reagire con i recettori biologici, è legato essenzialmente dalla sua composizione chimica organica.

La stessa cosa è valevole per gli antiossidanti in generale.

Personalmente, anche in termini di vitamine consiglio sempre prodotti farmaceutici, la stessa cosa a riguardo dell’Acido-alfa-Lipoico, dove il costo è sicuramente più elevato.

Il dosaggio giornaliero consigliato varia dai 200 mg ai 800 mg al gg, tuttavia si è visto come in alcune terapie ospedaliere si sia arrivati a 2 gr al gg (in endovena), il problema in questo caso è che la  spesa di tale prodotto diventa veramente importante per il consumatore medio. Abbinarlo ai dosaggi consigliati con alimentazione e allenamento adeguati è un aiuto in più che daremo al nostro corpo per renderlo più forte e longevo.

Da sottolineare che non si riscontrano effetti collaterali indesiderati con i dosaggi consigliati.

L’assorbimento gastrointestinale dell’ Acido-Alfa-Lipoico è variabile e diminuisce con la presenza di cibo, per questo motivo si consiglia l’assunzione 30-60 minuti prima di mangiare o almeno 120 minuti dopo un pasto e la concentrazione massima nel sangue viene raggiunta circa 30-60 minuti dopo l’integrazione e viene poi gradualmente metabolizzato e distribuita dal fegato.

 

 

P.S.

Le informazioni di questo articolo sono condivise solo a scopo didattico informativo.

È necessario consultare il proprio medico prima di agire su qualsiasi contenuto di questo sito Web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Post Has One Comment
Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi