Roberto Eusebio, Campione e Professionista Fitness

QUANDO SI VUOLE IL MODO SI TROVA, DIPENDE TUTTO DA NOI

   

Roberto Eusebio

Home

Roberto Eusebio

Fitness Femminile

il Blog di Roberto

Facebook Forum

Esercizi in Video

Alimentazione

Allenamento

Salute / Bellezza

Psicologia

Video/Gallery

Foto / Gallery

Domande Forum

Canale Youtube

 

 

 

 

 

 

QUANDO SI VUOLE IL MODO SI TROVA, DIPENDE TUTTO DA NOI

 

Quante volte diciamo che è arrivato il momento di cominciare….. iniziare a lavorare per raggiungere i nostri obiettivi: ci iscriviamo in palestra, cominciamo a seguire un alimentazione corretta, siamo pieni di buoni propositi, è tutto programmato, questa volta è quella buona !

Dopo il primo periodo di entusiasmo arriva il primo contrattempo: una riunione di lavoro, una trasferta lavorativa, un invito a cena con gli amici, un po’ di stanchezza o qualche malanno di stagione

Allora come reagiamo?

Magari non vorremmo ma complici anche i suggerimenti degli amici….”dai per una volta anche se salti la palestra”; “anche se sgarri e non segui la tua dieta”….”prima il dovere e poi il resto” …. Abbandoniamo SOLO TEMPORANEAMENTE i nostri buoni propositi…..e i nostri impegni

E poi come reagisce la nostra mente, quanto siamo determinati ??

Visto che ho sgarrato una volta ci aggiungo anche i prossimi inviti e poi ricomincio, oppure ho saltato un allenamento, tanto vale che aspetti di essermi ripreso meglio, ricomincio lunedi ….

Esiste un rischio reale che gli impegni quotidiani dovuti alla nostra vita lavorativa, familiare, condizionino notevolmente le nostre programmazioni e poi, già magari affaticati da altri obblighi, si faccia sempre più fatica a ripartire, si vorrebbe, ma la testa non è abbastanza forte da darci la motivazione necessaria.

Così come spesso accade, si passa da un periodo di attività e di alimentazione corretta, a periodi di pigrizia e di concessioni anche inopportune, ci lasciamo andare, troviamo mille scuse con il risultato che il nostro corpo ingrassa, non ci piacciamo più, i muscoli si ritirano, siamo demotivati, rassegnati, e magari anche pieni di rimpianti…..

…..lo so che non dovrei ma sono tanto triste che mi consolo con un cioccolatino, una fetta di torta, un piatto di carbonara, una porzione di arrosto con patate…etc…

Perché cerchiamo sempre consolazione nel cibo sbagliato, e poi siamo anche così perfidi da non saperne godere appieno: mangiamo male e poi ci pentiamo!

Questo ovviamente non giova al fisico e soprattutto alla mente; ogni volta ripartire è sempre più faticoso, oltre al fatto che il nostro corpo non reagirà sempre tempestivamente ai cambiamenti, anzi ogni volta che ripartiamo sarà sempre più difficile, ma anche la nostra motivazione potrebbe subire dei contraccolpi; questo non è volersi bene ed avere cura di se stessi.

Sarebbe già un buon obiettivo quello di non vanificare i risultati raggiunti, quindi anche se non riesco ad allenarmi in palestra e seguire una dieta magari faccio comunque movimento e mangio in modo moderato e sano; non avrò miglioramenti ma sicuramente non peggioro la situazione e quando avrò il tempo e la determinazione per ricominciare i risultati non tarderanno ad arrivare.

Visto che la maggior parte si allena non per competizioni da professionista è ovvio che questa attività deve restare un piacere, un consapevole impegnativo piacere e siamo tutti concordi che la vita reale è impostata sul mille altre attività.

Un valido aiuto in tutto questo meccanismo può arrivare dall’esterno: dagli amici che condividono gli stessi comportamenti o da un professionista del settore come un Personal Coach che ci supporta. L’unione fa la forza, ma sono gli atteggiamenti personali che determinano i risultati, e un Personal Coach non potrà in alcun caso sostituirsi a me.

Se la motivazione è alta, anche un invito al ristorante, una serata con gli amici, un allenamento perso non creeranno situazioni destabilizzanti; saprò scegliere correttamente cosa mangiare, a cosa rinunciare, saprò recuperare un allenamento magari la mattina presto, o un giorno in cui non lavoro.

Siamo proprio sicuri che quando rinunciamo abbiamo davvero cercato tutte le soluzioni e non abbiamo trovato nessuna, oppure ci ha fatto comodo nasconderci dietro a mille scuse.

Ma se ABBIAMO SCELTO di allenarci e di alimentarci in modo corretto, non dovrebbe essere così difficile rispettare questa scelta?!

Dovrebbe essere un comportamento che ci entusiasma e non una scelta che ci rattrista, dovremmo essere orgogliosi di saper rinunciare a una porzione didolce e non avere la faccia triste rispondendo NON POSSO, ma NO GRAZIE NON LO VOGLIO!

Tutto comincia da noi, dalla nostra testa, dalla nostra forza di volontà, dalla nostra motivazione.

Certo il mondo che ci circonda spesso non aiuta, le nostre scelte sono viste dagli altri come fanatismo, ossessione: ma sei sempre in palestra, ma non sgarri mai, ma che vita è senza i piaceri della tavola!

Io dico che è solo invidia nei confronti della nostra determinazione, nei confronti della convinzione di una scelta, nei confronti della costanza che ci contraddistingue nel seguire gli allenamenti, magari alzandoci presto o rinunciando agli aperitivi con gli amici, nei confronti della nostra perseveranza nel prepararci pranzi e spuntini da consumare fuori casa.

Siamo convinti che questa sia una dei modi di prendersi cura del nostro corpo, della nostra testa, un modo per volersi bene.

E poi chi ha detto che anche un’alimentazione corretta non sia PIACEVOLE.

I risultati prima o poi non tarderanno ad arrivare.

Per qualcuno si vedranno prima, per altri sarà un lavoro più lungo, ma la nostra non è una scelta a tempo determinato, è un comportamento che prima o poi diventa parte integrante di noi stessi.

Ci saranno periodi a regimi più stringenti, altri meno, ma tutti saranno indirizzati al nostro benessere.

Il potere più grande che una persona possiede è la libertà di poter scegliere.

Arriveranno sicuramente anche periodi di stanchezza, di demotivazione, di fatica, ed è per questo che quando siamo motivati ed entusiasti dobbiamo fare scorta di ottimismo di euforia, di carica di positività.

Quando poi cominceremo la discesa sappiamo che possiamo chiedere aiuto, che possiamo appoggiarci a chi condivide il nostro stile di vita o ad un professionista.

Siamo però sempre e solo noi che decidiamo cosa e come vogliamo comportarci, se noi per primi non siamo convinti delle nostre scelte non riusciremo ad ottenere molto.

Noi siamo il risultato di quello che mangiamo, di come ci alleniamo.

Un Personal Coach può sostenerci nelle scelte alimentari, può concordare gli allenamenti, meglio se ci segue anche durante le sessioni per ricordarci che non contano le ripetizioni, ma come vengono congestionati i muscoli, che ci possiamo riuscire, che abbiamo la forza per superare un periodo di calo fisico e mentale, ma non può mangiare per noi, allenarsi al posto nostro,

Non saranno mai scelte facili, saranno sacrifici, scelte controcorrente, ma probabilmente se all’inizio si farà fatica, poi diventeranno comportamenti abituali, diventerà uno stile di vita.

Come in tutte le cose gli estremi non sono mai necessari, ci vuole equilibrio.

Ma sarà un modo di dimostrare a noi stessi che ci vogliamo bene, che abbiamo cura del corpo e della testa, più diventeremo forti e disciplinati, più riusciremo ad affrontare anche le altre situazioni della vita perché saremo pronti ed avremo educato la nostra forza di volontà.

E visto che non siamo delle macchine, farsi aiutare e sostenere da chi è più esperto e competente è certamente un’ottima opportunità.

Ma realmente quanti sacrifici le persone siano disposte a fare per raggiungere un obiettivo, un sogno?

E’ facile a parole, ma poi la fatica costante spaventa e allora ci si orienta su creme miracolose, pastiglie assorbi grasso, beveroni drenanti, sedute di massaggi o sessioni estenuanti di allenamento e periodi di digiuno.

Ma non sarebbe più facile un percorso equilibrato e graduale piuttosto che periodi di privazioni estreme e poi periodi di concessioni altrettanto estreme con annessi rimorsi e abbassamento di autostima?

Purtroppo a volte le soluzioni troppo semplici sono le meno seguite.

Impariamo ad avere fiducia in noi stessi, a credere che se vogliamo ce la possiamo fare.

impariamo anche ad essere obiettivi e realisti, non troviamo alibi e scuse:

quando si vuole il modo si trova

 

 

Perdere peso o Grasso

Cambiare il Corpo

Ipertensione

La Cellulite

Il Grasso Corporeo

L'invecchiamento

Lo Sport e' Vita

Bodybuilding

Donne in palestra

Personal Trainer

I miracoli del Pilates

Mental Training

Antropoplicometria

Sport e Scienza

Bodyfitness

In palestra non seguiti

L'istruttore non segue

Sport per tutti gli sport

Dimagrire con il PT

Preparatore atletico

Lo stress e il gonfiore

Relazione e Fitness

Modelle e anoressia

Grasso gonfiore stress

Io ce l'ho fatta .. !!

Sapere dimagrire!!

Stile di vita

La societa' indebolisce

Non riesco a dimagrire

Dimagrire 2° parte

Dieta senza Carbo

Proteine: asssolte

La moda del digiuno

Dieta e Sgarro

Preparamoci al Natale

Dopo i 30 uno sfascio

Diete con Calcolatrice

Le manie salutistiche

Donne e approccio

Bambini e Obesita'

Iniziare per iniziare

Perchè un Personal

Quando si vuole si fa

L'importante e' allenarsi

McFit Milano

Acqua e corpo

Personal Trainer

Per Donne