Roberto Eusebio, Campione e Professionista Fitness

BASTA CON LE DIETE DEL CALCOLO CALORICO ....

   

 

Home

Roberto Eusebio

Fitness Femminile

il Blog di Roberto

Facebook Forum

Esercizi in Video

Alimentazione

Allenamento

Salute / Bellezza

Psicologia

Video/Gallery

Foto / Gallery

Domande Forum

Canale Youtube

 

 

 

 

 

 

È al grido di “lasciatemi mangiare!” che voglio concludere il triudo Vigilia- Natale -Santo Stefano. Ogni tanto una soddisfazione ci vuole. E sia chiaro che non occorre aspettare le feste.

Spero che anche voi vi siate dati agli stravizi. Se aumenti per surplus calorico dopo puoi solo dimagrire quindi no problem! Peccato non averlo capito prima di farsi devastare il metabolismo, e parlo in generale.

Io sono più che sicura che tanti di voi avranno vissuto questa terribile avventura in prima persona oppure di riflesso: alzi la mano chi non ha almeno un parente o un amica devastata da personaggi che si sono divertiti a sperimentare i loro regimi alimentari, o la loro incompetenza. Non mi riferisco ad una categoria particolare-chi è competente non deve sentirsi certo toccato da questo mio discorso- ma a chiunque metta a dieta un cristiano per poi lasciarlo in grossi, grossissimi problemi.

Mi riferisco sia ai promotori di diete strampalate come anche ai campioni della calcolatrice.

I primi li potete intuire già da soli… ma i secondi chi sono?

Sono quei bei personaggi che nel fare un piano alimentare si mettono semplicemente a fare un addizione aritmetica delle calorie. Certo che l’ introito calorico è molto importante!.. Ma mi sembra ovvio che, con le conoscenze che si hanno oggi, non sia più plausibile affrontare il problema peso in un modo del genere. L’ approccio va assolutamente integrato con altri aspetti, e non mi riferisco solo all’ attività fisica. Ci sono tante cose da tenere in considerazione: la diversa qualità dei macronutrienti, quando assumerli, il bilanciamento, l’ integrazione alimentare ecc.

Il problema è che se una persona ha la sfortuna di passare sotto un regime “matematico”, vedrà il suo metabolismo distruggersi- perché tale approccio può solo portare ad una restrizione sempre maggiore portandolo ai minimi termini. Poi non serve più a nulla privarsi del cibo in quanto il nostro peso resta comunque in stallo. A questo punto si può solo ingrassare. Poi ci manca solo che ti dicano:” ma è sicura che sta mangiando come le ho detto?” No!vengo da te per restare in sovrappeso e spendere i soldi a vuoto, perché ovviamente ti devo anche pagare!

Mi piacerebbe invece tanto che tali soggetti ammettessero di non capirci niente prima di fare disastri, in modo tale che il metabolismo non venga devastato. Perché poi sono dolori.

Il fatto è che tale approccio è miope. Se togli cibo il tuo corpo si abitua alla restrizione e un professionista dovrebbe già paventare tale eventualità non permettendo che accada. E credo che questo sia noto a chiunque si intenda un po’ di certi argomenti. È ovvio che all’ inizio si può perdere del peso, ma è stupido cercare di dare una soddisfazione a breve termine se poi si sa come va a finire.

È triste la fine.

 

Fitness’ girl

 

 

 

 

 



  Roberto Eusebio