Roberto Eusebio, Campione e Professionista Fitness

UN CORPO DIVERSO PER OGNI DONNA ... "DIVERSA" ....

   

 

Home

Roberto Eusebio

Fitness Femminile

il Blog di Roberto

Facebook Forum

Esercizi in Video

Alimentazione

Allenamento

Salute / Bellezza

Psicologia

Video/Gallery

Foto / Gallery

Domande Forum

Canale Youtube

 

 

 

 

 

 

Oggi vorrei sottoporre attenzione ciò su cui mi è capitato di meditare ultimamente. Mi sono resa conto che le donne potrebbero essere tranquillamente essere classificate in varie tipologie rispetto all’ approccio che hanno col loro corpo.

Vediamo un po’ se mi date ragione. Ve le elenco.

La donna aliena: totalmente indifferente al tema. Sembra che il corpo non le riguardi minimamente. Mangiano di tutto e non sanno nemmeno cosa sia la palestra… beate loro?

Anche no! Perché poi la salute chiede il conto, ed inoltre, anche un occhio all’estetica non guasta. Obbietta dicendo che sta bene così ma questa tipologia ha per definizione scompensi alla salute e spesso alla psiche. Non si sgranano poi gli occhi chiedendosi come mai si ha l’ ipertensione! Approccio fitness inesistente e per darsi una regolata mette lo zucchero di canna al posto di quello bianco nel caffè. Aver lesinato sul sale ne mette a posto la coscienza.” Io sto bene così e la palestra e le diete sono per fissati!” cit.

La donna “ci provo ma non è colpa mia”: mi faccio la dieta ma non la seguo a dovere, mi iscrivo in palestra e ci vado una volta al mese. Comportamenti contraddittori allo stato puro. “Vorrei ma non ce la faccio…beata te che ci riesci invece!” è campionessa nel buttar via soldi per abbonamenti mai usati e consulenze del dietologo di turno.

La donna allarme rosso: mi metto a dieta e vado in palestra da marzo a luglio. Faccio 3 ore al giorno di esercizio per superare la prova costume. Anche la dieta è last minut e presa su un giornale. Ogni anno è la stessa storia e si ricomincia.

Le donne anta: superati gli anta si ricorre ai ripari. “Come mai perdo pezzi?” Sarà l’ età ma, amica mia, se non hai fatto nulla prima è chiaro che sarà difficile un restauro completo!

Le the dipendenti: per loro essere attente alla linea è consumare litri di the. Basta questo, lunghi digiuni e thè verde che disintossica e depura. Palestra e alimentazione equilibrata non sono contemplate!

La donna succo di pompelmo: basta che bevi il succo tanto bruci i grassi. Cosa voglia dire questa espressione non l ha mai capito nessuno!

Le fissate: sempre a dieta, aerobica a manetta possibilmente vegetariane o macrobiotiche. Spendono stipendi interi per miglio, cereali e similari. Usano tanti cosmetici.

Le radicali, nome preso dal partito politico famoso per i loro scioperi della fame. Non sono magre per forza, anzi. Non mangiano quasi nulla e si devastano di corsi. Quando gli gira la testa alla domanda dell’ istruttore “ hai mangiato?” risponderanno “sì, un pacchetto di crackers”(!)

Ora…che dire? Perché non trovare una via ragionevole in tutto questo marasma?

Io vorrei essere la donna equilibrista che, nonostante qualche tentennamento, riesce a camminare sul filo sospesa in aria senza perdere l’ equilibrio.

Prendersi cura del proprio corpo con una sana alimentazione e un sano allenamento lungo la propria esistenza, senza farla diventare la priorità, dovrebbe essere il nostro obbiettivo. Questo è il risultato a cui dobbiamo anelare: è chiaro che non è semplice ma cerchiamo di arrivarci.

A presto.

Fitness’ girl

 

 

 

 

 

 



   Roberto Eusebio