Roberto Eusebio, Campione e Professionista Fitness

COME TI FREGA LA CHETOSI - LA DIETA SENZA CARBOIDRATI ....

   

 

Home

Roberto Eusebio

Fitness Femminile

il Blog di Roberto

Facebook Forum

Esercizi in Video

Alimentazione

Allenamento

Salute / Bellezza

Psicologia

Video/Gallery

Foto / Gallery

Domande Forum

Canale Youtube

 

 

 

 

 

 

http://www.fitnessalfemminile.it/COME_TI_FREGA_LA_CHETOSI.htm

 

Molte delle diete in voga degli ultimi anni ne parlano: vediamo esattamente cosa sia e quali sono le conseguenze, senza scadere nell’ ovvio.

 

A livello scientifico la chetosi o acetonemia è il sintomo di un alterato metabolismo degli acidi grassi. La causa della chetosi è da ricercare in pazienti con un alterato metabolismo del glucosio che porta ad una prolungata ipoglicemia; essa viene definita come “una situazione patologica in cui vengono prodotti in eccesso i corpi chetonici, con successivo stato di pericolosa acidosi”; o ancora come “l’ alterazione del metabolismo degli zuccheri e dei lipidi a favore di questi ultimi” come avviene nel digiuno prolungato, nel diabete e in chi segue diete chetogeniche.

Traduco per i meno avvezzi: non mangio carboidrati (o digiuno), il corpo non ha zuccheri per cui usa il grasso di riserva per sopravvivere. Nel fare ciò produce corpi chetonici, che sono indicativi del fatto che il corpo sta usando lipidi a scopo energetico. Ci tengo a precisare che la chetosi viene indotta non per forza da una dieta iperproteica ma da una dieta aglucidica. Mi preme dirlo perché sennò ci vanno in mezzo sempre queste povere proteine! È per forza di cose poi che una dieta chetogenica preveda un regime proteico ma per esclusione!

Detto questo vi racconto la mia perplessità.

Già dalla definizione si evince che la suddetta chetosi è di per sé uno stato patologico quindi una situazione che comunque per sua natura non è quella in cui un organismo dovrebbe imbattersi… ma non voglio farvi una disquisitio sulla sua pericolosità: quella è stata già lungamente discussa. Essendo uno stato non equilibrato è chiaro che l’ uso e abuso di una dieta chetogenica non può che fare danni…

Io voglio parlare di quelle diete che subdolamente ti propongono regimi alimentari in questo senso- i cui promotori evitano accuratamente di specificare nelle loro conseguenze non solo teoriche ma anche reali.

Faccio una doverosa introduzione comunque.

Togliere completamente i carboidrati dalla dieta è una strategia che viene fatta da culturisti o simili in particolari situazioni, e vi assicuro che la maggior parte delle volte la totale esclusione degli zuccheri non è prevista: anche se ciò fosse sono manovre che vengono effettuate con precisi obbiettivi e limitatissime nel tempo. Questo per dire che quando uno stato di chetogenesi viene sfruttato va contestualizzata la scelta: qui stiamo parlando di persone che lo fanno in un’ ottica agonistica, e che quindi non va condannata a priori ma è chiaro che sarebbe assurdo applicare lo stesso criterio su una persona che semplicemente deve perdere del peso per stare in forma. Ricordo che una situazione di agonismo non è uno stato di cose equilibrato, molto viene portato all’ estremo… e noi non ci alleniamo tutti come dei campioni!

Già quanto detto fin ora dovrebbe essere un deterrente per qualsiasi persona con un po’ di senso… ma ciò non basta se una è accecata dal desiderio di dimagrire.

Qualche furbina deciderà comunque di provarla e vi dico anche che funzionerà; vale per tutte le diete in circolazione che tolgono glucidi di qualsiasi tipo. Attenzione! La verdura non vale! anche quelle sono finalizzate ad innescare una chetosi perché hanno carboidrati talmente ridotti che sarebbe veramente ridicolo considerarli come tale.

Ma ora viene il bello!

Sappiate che:

Primo: appena vengono reintrodotti i carboidrati riprenderete gran parte dei chili;

Secondo: che il vostro corpo si anestetizza alla chetosi e la “magia” non si ripeterà più. Quello che dico lo affermo sulla base dell’ esperienza e di quello che ho visto.

Se cercherete di limitare il recupero di peso sarà una grossa battaglia e comunque se mai vorreste perdere anche un solo kilo in più, sarà un problema.

Se recuperate il peso con la tranquillità di riprendere in mano la dieta…non state così tranquille!

Nel primo caso dovrete stare a dietissima tutta la vita e come sgarrate vi riprenderete il kilo che rimarrà incollato al vostro sedere; nel secondo caso invece riavrete il peso iniziale con l’ aggravante che ora non sapete più dove mettere le mani perché il vostro organismo non risponde più alle leggi naturali ed è diventato completamente anarchico.

È come se il corpo avesse capito il trucco e reagisse subito bloccandosi, anche a fronte di una significativa riduzione calorica.

È chiaro che quando un soggetto è a dieta dovrà ridurre i carboidrati ma questi non vanno mai eliminati : con essi il metabolismo resta attivo e ciò consente una graduale e costante perdita di peso se viene incrociata un’ adeguata attività fisica.

Alle sventurate che sono capitate in questa tela di ragno consiglio vivamente di rimettersi ad un regime equilibrato il prima possibile per limitare i danni: più ci restate peggio è!

A presto!

 

Fitness’ girl

 

 

 

 

 

 

 



   Roberto Eusebio