Roberto Eusebio

Home

Roberto Eusebio

Fitness Femminile

il Blog

il Forum

My Academy

Alimentazione

Allenamento

Salute/Bellezza

Psicologia

 

 

 

 

Ognuno di noi ha un distretto muscolare che fa piu' fatica a migliorare, rispetto ad altri muscoli del corpo.

Questo e' dettato nella maggior parte dei casi dalla genetica.

Dove c'e' poca fibra muscolare, inevitabilmente ci sono meno collegamenti neurali, di conseguenza meno capacita’ di percepire sensazioni.

In questo caso il passo iniziale riguardo l’allenamento e' quello di collegare tutti questi “connettori” al cervello, avendo cura di sentirli e memorizzarli.

Stiamo parlando di percezione neuromuscolare.

Quello che ogni atleta dovrebbe imparare in primis e' imparare a reclutare tutte le fibre che costituiscono il muscolo interessato.

Come fare:

i carichi in questa fase di "educazione" non devono essere elevati, bisogna avere il controllo del carico in tutto l'arco del movimento, sia nella fase concentrica che eccentrica, quindi movimenti lenti per permettere al cervello di sentire, percepire il pieno reclutamento e la massima contrazione non dettata dal carico ma dall'impulso elettrico trasmesso dal cervello tramite i "connettori" neurali.

Poca fibra, poche sensazioni, ma un periodo dedicato a questo tipo di allenamento potrebbe stupire e fare sentire quello che desideravamo da tanto.

Il consiglio e’ di allenare il gruppo muscolare carente per primo, almeno per un periodo.

Spesso necessario quando si ha poca fibra, fare un piccolo richiamo settimanale del gruppo muscolare in questione.

Una volta migliorata la percezione e di conseguenza l'ipertrofia del distretto carente, sara’ un gruppo muscolare come gli altri e poche serie basteranno per esaurirlo e percepire l'effetto DOMS dei giorni successivi.

Impariamo ad ascoltare ... a percepire ...

 

 

 

 

 
 

 

Ipertensione

La Cellulite

Il Grasso Corporeo

L'invecchiamento

Lo Sport e' Vita

Bodybuilding

Donne in palestra

Personal Trainer

I miracoli del Pilates

Mental Training

Antropoplicometria

Sport e Scienza

Bodyfitness

Bodyfitness Femminile

Psicologia e allenam.

Approccio Allenam.

In palestra non seguiti

L'istruttore non segue

Sport per tutti gli sport

Dimagrire con il PT

Preparatore atletico

Lo stress e il gonfiore

Stati d'animo

Fame nervosa

Dieta dissociata

Dieta a zone

Dieta Chetogenica

Sport alimentazione

Dimagrire mangiando

Atp

Proteine

Carboidrati

Grassi

Vitamine

Creatina

Caffeina

La Nuova Frutta

La Dieta Anti-Age

Dieta ipocalorica

I Pettorali

I Dorsali

Le Spalle

Gli addominali

Quadricipiti

Il Doms

Stretching

Allenam. Eccentrico

Pettorali piatti ?

Attivita' Aerobica

Pilates

Quanto recuperare ?

Stacchi da Terra

Polpacci

Intensita' o Volume

Tab. di Allenamento

Cambio scheda ?

Spinning

Pianific. l'allenamento

Tab. quanti kg usare

Percezione Muscolare

Dolori alla schiena

 

dai Forum

 

dieta normocalorica

dubbi sull'allenamento

tricipiti duri a crescere

che allenamento

atteggiamento cifotico

come pianifico

durante i periodi

quando uso le super

esercizi banditi

mantengo gli stessi

alleno prima i gruppi

allenamento e rabbia

riprendere

sinefrina glutammina

intervista a Roberto

equilibrio

credere in noi

come fare la leg press

dimagrire nei punti

sport metafora della

che allenamento

cosa prevale in noi

nulla ci appartiene

quanto pesavo

riso deamidato

come devo mangiare

sensibilita'

che proteine usare

la crisi

perche' non sento

perche' non mangio

in forma per l'estate

voglio piu' pettorali

bodybuilding o fitness

esiste ancora lo sport

bruciatori di grasso

quanto albume

gambe piccole

dormire poco e sport

il bioanalizzatore

il limite genetico

quanto andare giu'

allenamento e diete

scoliosi e dismetrie

intervista a Roberto

allenare le gambe

depressione patologia

doping steroidi

eccesso o carenza

bambini e panico

si preferisce parlare di

l'evoluzione

allenamento e vomito

 
 

Stati d'animo e workout

Dieta - approccio mentale

Il respiro

Componente emozionale

Concentrazione e Allenamen